Skip to main content

ATTREZZATURA USATA: CANNA SHIMANO ZODIAS SPINNING 20ZODIAS270H2.  MULINELLO SHIMANO STRADIC FL 3000 HG , TRECCIATO SHIMANO KAIRIKI 8 X 0,13, ESCA SHIMANO SILENT ASSASSIN 99 FLASHBOOST

Per fortuna anche oggi lo spigolo delle spigole sembra voler regalare emozioni. Avevo perso le speranze all’ennesimo lancio nel Mar Morto quando, improvvisamente, qualcosa deve aver funzionato.

19 MARZO 2023 Mi trovo sulla spiaggia del mio paese nel bel mezzo della costa del medio Adriatico, mare pescoso sì, ma difficile. Precisamente in prossimità della foce di uno dei due fiumi della zona, ma non quella a tre minuti a piedi da casa mia, questa volta ho deciso di esplorare l’estuario dell’altro fiume cinque o sei km più a sud. Chissà perchè gli spot più distanti da casa sembrano sempre i migliori per andare a pesca. Qualcuno deve averci scagliato contro un maleficio a causa del quale nessun pescatore trova mai il suo scoglio preferito sotto casa. Nessuno è mai profeta in patria! 

Non mi dilungherò nel menzionare i nomi dei luoghi poiché ritengo che non siano particolari importanti al fine della narrazione. Tanto, tra i pochi gentili lettori che mi seguono, e che ringrazio, quelli che mi conoscono capiranno facilmente a quale foce mi riferisco; Mentre per quanto riguarda gli altri, che non mi conoscono di persona, sappiano che lo spot in questione non ha nulla di particolare rispetto a tanti altri estuari di fiumiciattoli che sfociano su una qualunque spiaggia bassa e sabbiosa dell’Adriatico, quindi, possono tranquillamente immaginare una qualsiasi foce di un qualsiasi posto di mare a loro familiare, purché sia scomoda da raggiungere.

Sono più o meno le quattro e mezza di un corto pomeriggio invernale, fa molto freddo e si sta facendo notte; la pressione è bassa, il mare è mosso in fase montante del colore verde scuro tipico delle mareggiate invernali. Spira anche un vento sostenuto da est, negativo per lanciare le esche, ma ottimo per pescare (per noi in Adriatico) poiché contribuirà all’alta marea. Insomma le condizioni giuste per pescare la spigola a spinning ci sarebbero anche, ma ho poco tempo prima che il mare diventi troppo agitato. Ho già in mano la mia Shimano  Zodias, che è una canna da spinning perfetta per questo tipo di pesca inshore. Uso la versione di 7 piedi con azione fast (molto fast) che gestisce benissimo le esche tra i 7 e i 30 grammi. Una canna da spinning cosiddetta “all round” adatta sia alle gomme (Black Minnow e Rais Spotter medio pesanti) sia agli artificiali ancorettati, ed infine eccezionale con le esche top water che in questo caso non userò. La Zodias è un frustino che lancia lontanissimo, ma che, al contempo, possiede la classica rigidità delle canne da bass necessaria per contrastare le fughe in corrente di pesci anche di grossa taglia. Ci ho abbinato un mulinello Shimano Stradic FJ 3000, perfetto come taglia per la placca portamulinello della Zodias (serra perfettamente). Si tratta di un piccolo argano di alluminio concepito apposta per lo spinning in mare alla spigola, o branzino che dir si voglia. Ho caricato il mulinello con un trecciato da 8 capi Shimano Kairiki dello 0,13 (terminale fluorocarbon 040). Come esca uso i Silent Assassin Flash Boost in tutte le taglie, dalla 99 che pesa 16 grammi fino alla misura 140 sia floating che sinking. Insomma, in pratica sto pescando con un set up totalmente marchiato Shimano: canna, mulinello, filo ed esca della stessa marca. Ma non sono Sampei e neanche un Prostaff! 

Il carbonio intrecciato Hi Poxer X (veramente gradevole alla vista e ruvido al tatto), le finiture di altissimo livello, gli anelli Fuji Alconite anti corrosione e l’allestimento con placca Fuji con chiusura  in carbonio metallico rosso e nero, collocano la Zodias di diritto sul podio delle migliori canne da spinning in quella fascia di prezzo. Le canne da spinning di questo marchio una volta avevano la fama di essere più moderate, invece la Zodias è una canna molto più fast di quello che puoi immaginare quando pensi ad una canna da spinning Shimano. Per i centonovanta euro, comprensive di spese di spedizione nel caso del modello Offset H che l’ho pagata, secondo me ho fatto un buon affare. Sicuramente, per la pesca a spinning alla spigola in foce con il mare mosso vanno altrettanto bene tante altre canne da pesca che abbiano le stesse caratteristiche di rapidità e schiena, purché abbinate a mulinelli con una frizione precisa e un max drag di almeno 7,8 kgSi può pescare la spigola anche con canne da spinning più leggere e con un’azione meno fast rispetto a questa Zodias, ma con le condizioni mare mosso con cui mi sto confrontando in questo periodo è consigliabile usare una canna veloce per riuscire a ferrare più efficacemente anche a lunga distanza, soprattutto contro corrente.

Lo stesso discorso vale per quanto riguarda il mulinello. Di solito il rapporto di recupero medio è quello più usato nello spinning alla spigola, ma con questo vento, che tende a spingere il trecciato verso gli scogli o le strutture, io preferisco il mulinello con il recupero veloce per poter recuperare velocemente il filo in bando e non rischiare di lesionare.la lenza. Il negoziante che mi ha venduto la Shimano Zodias precisamente il modello Offset che lancia 10-30 grammi, il signor Gregorio Sesto di Lamezia Terme persona squisita e competente, che ringrazio ancora, mi aveva consigliato di fare la combo con il mulinello Shimano Vanford 4000, che sarebbe un abbinamento perfetto anche a livello cromatico, essendo rosso e nero come la Zodias. Io però ho preferito lo Shimano Stradic 3000 FJ allo Shimano Vanford 4000  per via del corpo in alluminio dello Stradic, che in mare, secondo me, è sempre da preferire. Inoltre ho potuto constatare che la taglia 3000 dello Stradic FJ è quasi uguale anche come peso (anzi è circa trenta grammi in più pesante a voler essere precisi) a quello del Vanford 4000, cioè di taglia teoricamente superiore. 

Anche se non ho seguito il suo consiglio riguardo la scelta del mulinello, quando mi deciderò a scrivere un articolo spassionato di recensioni sui negozi online affidabili per comprare attrezzatura da spinning citerò sicuramente Gregorio Sesto insieme agli altri negozianti specializzati nel settore con cui mi sono trovato bene quando ho comprato qualche oggetto da pesca. Terminata la descrizione dell’attrezzatura, è superfluo ammettere che in questo periodo sono un Fan di casa Shimano, non scopriamo ora una delle migliori marche al mondo per quanto riguarda la pesca a spinning e in questo momento, secondo il mio modesto parere, condiviso anche da diversi addetti ai lavori, Shimano sta proponendo le attrezzature migliori sul mercato, specialmente per quanto riguarda il rapporto qualità prezzo. Ci tengo a ribadire che questo mio articolo non è sponsorizzato ne finanziato in alcun modo da nessuno e da nessun marchio. Ho scritto la recensione della canna e del mulinello che ho usato semplicemente perché è quella che ho usato. Punto.

Sta per piovere Governo Ladro!  Ma a noi spigolari fa sempre piacere se piove, per esperienza le prime gocce di pioggia sono il momento X dello spinning alla spigola (ma vale anche per il Pesce Serra). Vi voglio raccontare una teoria, per nulla scientifica, sulle prime gocce di pioggia che io e i miei amici di pesca (e di vita, del resto cosa cosa ci unisce più della pesca?) abbiamo elaborato empiricamente osservando per anni dallo spot tutto quello che accade: secondo noi tutti i pesci, nessuna specie esclusa, usano un radar interno, o linea laterale, o quello che vi pare, che ogni volta che inizia a piovere “va in tilt” a causa del ticchettio delle prime di pioggia sulla superficie del mare. E’ proprio in quei momenti, secondo la nostra bislacca teoria,che i predatori approfittano della confusione dei radar del foraggio per attaccare.Purtroppo questo effetto dura poco, con il passare del tempo i radar dei pesci foraggio si “settano in modalità pioggia” e l’effetto confusione svanisce. Se c’è qualcuno tra i lettori che possa smentire o volesse confermare questa nostra teoria (mia e di Dante) è invitato a farlo nei commenti, ma dalle mie parti, per quanto ho potuto appurare in prima persona: quando inizia a piovere è sempre un buon momento per lanciare.

Racconti di Pesca: Spigola a spinning nella schiuma con la Zodias e lo Stradic [2 PARTE]

Quale esca usare per insidiare la spigola a spinning? La prima esca in rotazione di questa sera è uno Shimano Silent Assassin 129F Flash Boost color cefalo. Meglio iniziare con un’esca floating per non rischiare di incagliare al primo lancio, la foce di questo fiumiciattolo, infatti. è famosa per gli artificiali persi. E’ pieno di arbusti, di alghe e di tronchi vaganti. Sono arrampicato sullo scoglio più esterno del pennello strapiombo sullo sbocco in mare di questo piccolo fiume che in questi giorni è gonfio d’acqua fin quasi ad esondare per via delle piogge cadute all’interno; Scarica in mare una forte corrente che trasporta anche molto fango che, se da un lato è una buona opportunità in quanto ricco di nutrienti per il pesce foraggio come i cefali (che dovrebbero attirare la nostra amata Regina) d’altro rischia di  diventare un fattore negativo se l’acqua diventa troppo torbida non permettendo ai pesci di avvicinarsi. Come sempre, c’è un pro e un contro in tutte le cose.

[… CONTINUA NEL PROSSIMO ARTICOLO]
Giuseppe Palmieri

Giornalista e pescatore sportivo (e viceversa) Pesco per passione, scrivo per tutto il resto.